Pellegrinaggio del Santo Padre al Santuario di Nostra Signora di Fátima

giacinta-marto-francisco-marto-e-lucia-dos-santos-da-destra

Nel centenario delle Apparizioni della

Beata Vergine Maria alla Cova da Iria

logo-pellegrinaggio-papa-francesco-a-fatima

Preghiera alla Cappella delle Apparizioni

Il Santo Padre:

Salve Regina,

beata Vergine di Fatima,

Signora dal Cuore Immacolato,

rifugio e via che conduce a Dio!

Pellegrino della Luce che viene a noi dalle tue mani,

rendo grazie a Dio Padre che, in ogni tempo e luogo, opera nella storia umana;

pellegrino della Pace che, in questo luogo, Tu annunzi,

do lode a Cristo, nostra pace, e imploro per il mondo la concordia fra tutti i popoli;

pellegrino della Speranza che lo Spirito anima,

vengo come profeta e messaggero per lavare i piedi a tutti, alla stessa mensa che ci unisce.

 

Ritornello cantato dall’assemblea:

Ave o clemens, ave o pia!

Salve Regina Rosarii Fatimæ.

Ave o clemens, ave o pia!

Ave o dulcis Virgo Maria.

 

Il Santo Padre:

Salve Madre di Misericordia,

Signora dalla veste bianca!

In questo luogo, da cui cent’anni or sono

a tutti hai manifestato i disegni della misericordia di Dio,

guardo la tua veste di luce

e, come vescovo vestito di bianco,

ricordo tutti coloro che,

vestiti di candore battesimale,

vogliono vivere in Dio

e recitano i misteri di Cristo per ottenere la pace.

 

Ritornello…

 

Il Santo Padre:

Salve, vita e dolcezza,

salve, speranza nostra,

O Vergine Pellegrina, o Regina Universale!

Nel più intimo del tuo essere,

nel tuo Cuore Immacolato,

guarda le gioie dell’essere umano

in cammino verso la Patria Celeste.

Nel più intimo del tuo essere,

nel tuo Cuore Immacolato,

guarda i dolori della famiglia umana

che geme e piange in questa valle di lacrime.

Nel più intimo del tuo essere,

nel tuo Cuore Immacolato,

adornaci col fulgore dei gioielli della tua corona

e rendici pellegrini come Tu fosti pellegrina.

Con il tuo sorriso verginale

rinvigorisci la gioia della Chiesa di Cristo.

Con il tuo sguardo di dolcezza

rafforza la speranza dei figli di Dio.

Con le mani oranti che innalzi al Signore,

unisci tutti in una sola famiglia umana.

 

Ritornello…

 

Il Santo Padre:

O clemente, o pia,

o dolce Vergine Maria,

Regina del Rosario di Fatima!

Fa’ che seguiamo l’esempio dei Beati Francesco e Giacinta,

e di quanti si consacrano all’annuncio del Vangelo.

Percorreremo così ogni rotta,

andremo pellegrini lungo tutte le vie,

abbatteremo tutti i muri

e supereremo ogni frontiera,

uscendo verso tutte le periferie,

manifestando la giustizia e la pace di Dio.

Saremo, nella gioia del Vangelo, la Chiesa vestita di bianco,

del candore lavato nel sangue dell’Agnello

versato anche oggi nelle guerre che distruggono il mondo in cui viviamo.

E così saremo, come Te, immagine della colonna luminosa

che illumina le vie del mondo,

a tutti manifestando che Dio esiste,

che Dio c’è,

che Dio abita in mezzo al suo popolo,

ieri, oggi e per tutta l’eternità.

 

Ritornello…

 

Il Santo Padre insieme ai fedeli:

 

Salve, Madre del Signore,

Vergine Maria, Regina del Rosario di Fatima!

Benedetta fra tutte le donne,

sei l’immagine della Chiesa vestita di luce pasquale,

sei l’onore del nostro popolo,

sei il trionfo sull’assalto del male.

Profezia dell’Amore misericordioso del Padre,

Maestra dell’Annuncio della Buona Novella del Figlio,

Segno del Fuoco ardente dello Spirito Santo,

insegnaci, in questa valle di gioie e dolori,

le eterne verità che il Padre rivela ai piccoli.

Mostraci la forza del tuo manto protettore.

Nel tuo Cuore Immacolato,

sii il rifugio dei peccatori

e la via che conduce fino a Dio.

Unito ai miei fratelli,

nella Fede, nella Speranza e nell’Amore,

a Te mi affido.

Unito ai miei fratelli, mediante Te, a Dio mi consacro,

o Vergine del Rosario di Fatima.

E infine, avvolto nella Luce che ci viene dalle tue mani,

renderò gloria al Signore nei secoli dei secoli. Amen.

 

Ecco l’Atto di affidamento a Maria suggerito da papa Francesco:

 

Beata Maria Vergine di Fatima,

con rinnovata gratitudine per la tua presenza materna

uniamo la nostra voce a quella di tutte le generazioni

che ti dicono beata.

 

Celebriamo in te le grandi opere di Dio,

che mai si stanca di chinarsi con misericordia sull’umanità,

afflitta dal male e ferita dal peccato,

per guarirla e per salvarla.

 

Accogli con benevolenza di Madre

l’atto di affidamento che oggi facciamo con fiducia,

 

Siamo certi che ognuno di noi è prezioso ai tuoi occhi

e che nulla ti è estraneo di tutto ciò che abita nei nostri cuori.

Ci lasciamo raggiungere dal tuo dolcissimo sguardo

e riceviamo la consolante carezza del tuo sorriso.

 

Custodisci la nostra vita fra le tue braccia:

benedici e rafforza ogni desiderio di bene;

ravviva e alimenta la fede;

sostieni e illumina la speranza;

suscita e anima la carità;

guida tutti noi nel cammino della santità.

 

Insegnaci il tuo stesso amore di predilezione

per i piccoli e i poveri,

per gli esclusi e i sofferenti,

per i peccatori e gli smarriti di cuore:

raduna tutti sotto la tua protezione

e tutti consegna al tuo diletto Figlio, il Signore nostro Gesù.

francesco       giacinta

Parrocchia di Santi Vitale e Agricola in Arena - [Amministrazione] Realizzato da INFORMATICA 37