Papa Francesco a Cuba e in Messico (12-18 febbraio 2016)

Vieni Santo Spirito riempi il cuore dei tuoi fedeli

e accendi in essi il fuoco del tuo amore

Kiril e Francesco 4

INCONTRO DEL SANTO PADRE FRANCESCO 
CON S.S. KIRILL, PATRIARCA DI MOSCA E DI TUTTA LA RUSSIA

(12 febbraio 2016, Aeroporto Internazionale “José Martí” de La Habana, Cuba)

Lo storico incontro  fra il Patriarca russo Kirill e Papa Francesco, rappresenta un importante cammino di avvicinamento fra la Chiesa Cattolica e quella Ortodossa russa.

Firma Francesco e Kirill

“6. …. Possa il nostro incontro ispirare i cristiani di tutto il mondo a pregare il Signore con rinnovato fervore per la piena unità di tutti i suoi discepoli. In un mondo che attende da noi non solo parole ma gesti concreti, possa questo incontro essere un segno di speranza per tutti gli uomini di buona volontà!

30. Pieni di gratitudine per il dono della comprensione reciproca espresso durante il nostro incontro, guardiamo con speranza alla Santissima Madre di Dio, invocandola con le parole di questa antica preghiera: “Sotto il riparo della tua misericordia, ci rifugiamo, Santa Madre di Dio”. Che la Beata Vergine Maria, con la sua intercessione, incoraggi alla fraternità coloro che la venerano, perché siano riuniti, al tempo stabilito da Dio, nella pace e nell’armonia in un solo popolo di Dio, per la gloria della Santissima e indivisibile Trinità!”

(dalla Dichiarazione comune)

Dichiarazione congiunta

 

Parole del Santo Padre
dopo la firma della Dichiarazione comune con il Patriarca Kirill

Santità,
Eminenze,
Reverendi,

Abbiamo parlato come fratelli, abbiamo lo stesso Battesimo, siamo vescovi. Abbiamo parlato delle nostre Chiese, e concordiamo sul fatto che l’unità si fa camminando. Abbiamo parlato apertamente, senza mezze parole, e vi confesso che ho sentito la consolazione dello Spirito Santo in questo dialogo. Ringrazio per l’umiltà Sua Santità, umiltà fraterna, e i suoi buoni auspici di unità.

Abbiamo prospettato una serie di iniziative, che credo siano valide e che si potranno realizzare. Perciò voglio ringraziare, ancora una volta, Sua Santità per la sua benevola accoglienza, come ugualmente i collaboratori, e ne nomino due: Sua Eminenza il Metropolita Hilarion e Sua Eminenza il Cardinale Koch, con le loro équipe che hanno lavorato per questo.

Non voglio partire senza dare un sentito ringraziamento a Cuba, al grande popolo cubano e al suo Presidente qui presente. Lo ringrazio per la sua disponibilità attiva. Di questo passo, Cuba sarà la capitale dell’unità! E che tutto questo sia per la gloria di Dio Padre, Figlio e Spirito Santo, e per il bene del santo Popolo fedele di Dio, sotto il manto della Santa Madre di Dio.

(E’ vietata la riproduzione, anche parziale e con qualsiasi mezzo, dei suddetti testi.)

Kirill e Francesco

VIAGGIO APOSTOLICO DEL SANTO PADRE FRANCESCO
IN 
MESSICO

Guadalupana 3

Canto alla Vergine Guadalupana

Parrocchia di Santi Vitale e Agricola in Arena - [Amministrazione] Realizzato da INFORMATICA 37